Crowfunding: connettiamoci!!!

Il Crowdfunding è un processo attraverso cui più individui investono anche una piccola somma di denaro partecipando alla realizzazione di un progetto. È un modo innovativo di reperire fondi monetari e non esclude la possibilità di diventare per il soggetto promotore, la fonte principale di finanziamento del proprio progetto.

Si parla di “equity-based crowdfunding” quando tramite l’investimento online si acquista un vero e proprio titolo di partecipazione in una società: in tal caso la ricompensa per il finanziamento è rappresentata dal complesso patrimoniale che deriva dalla partecipazione nell’impresa.

EquityIn Italia, rispetto agli altri paesi europei, il crowdfunding è disciplinato dal “decreto crescita bis”. Questo decreto pone l’attenzione su un particolare tipo di start-up (quelle innovative), alle quali sono dedicate alcune norme introdotte dal decreto legge n. 179/2012 (convertito nella legge 17 dicembre 2012, n. 221). Questo decreto venne adottato con lo scopo di stimolare la crescita economica del nostro Paese. Nel complessivo disegno del legislatore, l’equity crowdfunding è visto come uno strumento che può favorire lo sviluppo delle start-up grazie all’introduzione di nuove regole e di modalità alternative di utilizzare anche il web. Le star-up innovative sono piccole società di capitale (spa, srl o cooperative) italiane, impegnate in settori innovativi, tecnologici, culturali e sociali.

La gestione dei portali di raccolta fondi è affidata dal legislatore a due categorie di soggetti:

  • soggetti autorizzati dalla Consob e quindi regolarmente iscritti ad un apposito registro coordinato dalla medesima autorità;
  • banche ed imprese di investimento (SIM) già autorizzate alla fornitura di questo tipo di servizi.

Investire su questo genere di progetti comporta spesso un grande coinvolgimento emotivo da parte del contribuente, che sceglie liberamente di fare il suo investimento senza però spesso valutarne in maniera precisa i dettagli o gli eventuali rischi legati alla perdita del proprio capitale qualora venisse mal amministrato. Attraverso iniziative di questo genere è possibile raggiungere una fetta di pubblico molto ampia anche se allo stesso tempo non vi è garanzia alcuna del perseguimento del proprio fine.

In Italia si contano almeno 17 portali di raccolta online: Kapikal, Eppela, Starteed, Produzioni dal Basso CrowfundingPdB, Boomstarter, Crownfunding-Italia, De revolutione, Zummolo, Musicraiser, Cineama, Shiny Note, Iodono, BuonaCausa, Retedeldono, Future for culture, Youcapital, Pubblico Bene, Open Genius, Siamo soci, Smartika, Prestiamoci, Italian Crowd Funding (ICN) e IdeaGinger.

Fra i portali elencati quelli dedicati alla promozione di progetti culturali sono: Eppela, Crownfunding-Italia, Italian Crowd Funding e Future for culture.

Ai fini del nostro progetto di riqualifica della collina storica di Paternò si può tenere conto di un eventuale iniziativa di crowdfunding da articolare in un lasso di tempo di almeno un anno.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...