Archibla: laboratorio permanente sulla promozione dell’architettura contemporanea

Archibla

Archibla

L’architettura di una città, racconta la sua storia e le sue visioni, racconta chi siamo o vogliamo essere. I paesaggi che costituiscono il palinsesto culturale di un territorio, sono composti da innumerevoli architetture: storiche, effimere, simboliche, produttive, sociali, sacre. In questo scenario – che muta innumerevoli volte nel tempo e testimonia la cultura di una società operosa – l’impegno di un gruppo di architetti a svelare e formare “verso” una più consapevolezza del nostro tempo diventa strategica per “sviluppare” urbanità, per sviluppare cittadinanza.

Arch-Ibla. L’acronimo di architettura Iblense (Ibla Major, una delle possibili denominazioni di Paternò). Ormai da qualche anno, questo gruppo di giovani paternesi, che vivono la città, hanno costituito un vero e proprio laboratorio permanente sulla promozione dell’architettura contemporanea.
Le ragioni di questo impegno, sui temi dell’architettura, sono da ricercare nella necessità di esercitare con dignità un mestiere, quello dell’architetto, che costituisce un presidio vivo per realizzare la qualità della città. Qualità, intesa come capacità di governare gli spazi delle relazioni, promuovere le occasioni di sviluppo sostenibile, avviare processi democratici tali da permettere il maggior confort per tutti. Lontani da una definizione puramente estetica e scenografica. La qualità dell’architettura e dei suoi processi generativi è al centro dell’attività associativa. La città si compone di architetture: pubbliche, private, collettive collocate nel tempo e nello spazio. La dimensione contemporanea trova le sue radici nella memoria, che non può condizionare acriticamente il progetto ma contaminarlo. La ricerca esasperata della classicità selettiva (ottocentesca, medievale, antica) è da intendersi come un vero e proprio processo regressivo che denota la rinuncia alla modernità, al futuro, al presente. Spesso si confonde il classico con una qualità ormai persa e il moderno come portatore di contraddizioni e degenerazioni. 
In questa direzione si collocano le innumerevoli iniziative che vengono condotte da “giovani” colleghi, tutte rivolte a fare conoscere le architetture di qualità di grandi maestri e di progettisti contemporanei. Un processo formativo e divulgativo che evidenzia i parametri vitruviani (firmitas, utilitas e venustas) della modernità architettonica e propone processi di sistema (concorsi d’idee, progetti partecipati, workshop ecc.) che fanno ormai parte della letteratura consolidata in ambito nazionale e internazionale.
Le attività del gruppo – guidati da Claudio D’Angelo (presidente), Angelo Perri (vice presidente), Antonella Caponnetto, Nino Lombardo e Sebastiana Grammatico – sono rivolte a formare gli alunni delle scuole superiori (licei e scuole tecniche) alla conoscenza dell’architettura contemporanea e moderna. Inoltre sperimenta processi di progettazione partecipata sia alla scala urbana che architettonica, partecipa a workshop che vedono il territorio paternese come protagonista (Simeto Landscape con fondazione dell’ordine degli architetti ppc e officina 21), e alla valorizzazione di studi e ricerche condotte dagli studenti di architettura e ingegneria edile-architettura sui temi delle trasformazioni urbane e tante altre iniziative. Ma archibla è anche impegno sociale, culturale e di volontariato e in questo senso ha aderito a molte manifestazioni a favore di più bisognosi. L’associazione collabora con la fondazione dell’ordine degli architetti ppc di Catania il cui presidente è membro del comitato scientifico insieme al presidente di officina 21 e il maestro Barbaro Messina. Svolge anche attività di sollecitazione nei dibattiti cittadini sul piano regolatore generale, sulle procedure di trasformazione del territorio e crede fermamente nella capacità che l’architettura può migliorare la qualità di vita della gente. Recentemente nuovi associati hanno reso più attivo il gruppo permettendo di sviluppare nuove attività per il prossimo anno. L’impegno è sempre rivolto alla promozione dell’architettura e alla formazione delle nuove generazioni. Per realizzare architettura democratica, etica, sostenibile, sociale, contemporanea.

Per approfondimenti www.archibla.it

A cura 
di Francesco Finocchiaro

Annunci

Un pensiero su “Archibla: laboratorio permanente sulla promozione dell’architettura contemporanea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...