Nuove generazioni, nuove invasioni!

183158_4703444500744_744006312_n

Se pensavate che le invasioni a Paternò si fossero concluse con l’avvento dei Normanni vi sbagliavate!

Domenica 12 maggio 2013 un esercito di “Araldi del Gran Re” ha letteralmente occupato la Rocca del paese e invaso le sue vie principali: si tratta di centinaia e centinaia di  giovani francescani di Sicilia, ragazzi e ragazze, innamorati di Cristo alla sequela di Francesco e Chiara d’Assisi, radunati in occasione della XV “Festa del Si” che annualmente si svolge in un comune diverso dell’isola.

Onorata di essere stata scelta, per la prima volta, quale meta di questo tradizionale raduno, Paternò si è preparata ad accogliere questi giovani nel migliore dei modi, per mostrarsi in tutto il suo splendore.

Che emozione vedere la collina storica presa d’assalto! Infiniti gli scatti fotografici dei gruppi con lo sfondo del panorama che si ammira affacciandosi dalla splendida terrazza della Chiesa Madre; il Castello Normanno, aperto alle visite, accerchiato da una folla di ragazzi in festa; la scalinata settecentesca ammirata lentamente in faticosa salita e percorsa, a gara, in rapida discesa!

E’ stato divertente vedere Piazza Indipendenza animata con balli e canti diretti da un frate scalmanato sotto un sole cocente, poi spodestato dall’arrivo di Antonio, 89 anni, il Claudio Villa di Paternò fotografato e applaudito da tutti in un omaggio alla festa della mamma: “Solo per te la mia canzone vola…”!

Appassionante per i ragazzi l’interpretazione della cartina topografica alla ricerca delle chiesette di San Francesco di Paola, Santa Rita e SS. Sacramento dove si sono svolte le fontane di luce. E infine coinvolgente la marcia lungo la cosiddetta “strada dritta” della città fino alla Chiesa di San Francesco all’Annunziata, dove si è tenuta la messa conclusiva!

La riuscita di questa giornata  è stata davvero una bella soddisfazione per l’Ordine Francescano Secolare del paese (composto dalle due fraternità  di San Francesco all’Annunziata e SS. Salvatore) che si è sbracciato le maniche per l’organizzazione dell’evento. Con l’assenso dell’amministrazione comunale e del Consiglio regionale della Gioventù Francescana  – recatosi sul posto qualche mese fa, per la valutazione dei luoghi di cui usufruire –  si è scelto di valorizzare la collina storica utilizzando ad hoc tutti gli spazi adiacenti.

Scelta che ha comportato non pochi sacrifici organizzativi (dalla pulizia dei locali del Castello alla pulizia degli spazi verdi circostanti, dal trasferimento di sedie alla Chiesa Madre al trasporto di tavoli per l’allestimento della colazione presso l’Ex-Ospedale, ecc. ) ma che è stata dettata dalla voglia di far vivere un evento nel cuore della nostra cittadina, adattando le esigenze della giornata alle risorse del territorio.

Quando le idee, la forza di volontà e l’impegno di tutti si mettono in gioco… il gioco è fatto!

Articolo a cura di Miriam Corselli

969656_4703464981256_1481647870_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...